ALBERTO NEGRONI

BIOGRAFIA

 

Nel 1979 nelle vicinanze di Treviso fonda il "1°Negroni Jazz Club" che funziona da vero e proprio laboratorio musicale per gli artisti locali dando l'opportunitā di far conoscere al giovane pubblico il  sound del live jazz tradizionale e fusion.

 Nel 1981 torna ad Hollywood, frequenta il "M.I. Guitar Institute of Technology", scuola di perfezionamento musicale, dove sarā il primo italiano a graduarsi. Qui ha avuto come insegnanti tra gli altri  Joe Diorio, Pat Martino, Joe Pass, Ron Eschete, Howard Roberts. Joe Diorio con il suo stile innovativo sarā un importante punto di riferimento.   

In questo periodo conosce inoltre Justo Almario, sassofonista colombiano, che contribuirā in modo importante all'approffondimento dello stile latin jazz.

Tornato in Italia  per alcuni anni oltre alle serate live si dedica all'insegnamento  a Dolo (Venezia), a Bassano del Grappa alla   scuola di Lilian Terry, a Venezia alla scuola "Suono  improvviso" e a Treviso alle scuole "Blue Note" e  "Manzato".  

In questo periodo č parte della Keptorkestra insieme ai fratelli Tonolo, Mark Abrams, Paolo Pellegatti ed altri tra i migliori musicisti  del panorama jazz italiano. Da ricordare le esibizioni della Keptorkestra  con ospiti di rilievo quali Steve Lacy, Paul Jeffrey, Enrico Rava.

E' inoltre parte del "Ray Mantilla Group" con Ray Mantilla alle percussioni, Bruno Cesselli al piano, Gaspare Pasini al sax, Ares Tavolazzi al basso e Massimo Manzi alla batteria.  

Nel 1985, a Londra, partecipa alla fiera degli strumenti come dimostratore delle chitarre "Aria" e del tremolo per chitarra "Schaller".

 

indietro | avanti